Training Autogeno Facile

Articoli

Attacchi di panico, esplosioni di ansia

Negli ultimi anni abbiamo visto crescere costantemente i cosiddetti “attacchi di panico”, fino a diventare una patologia estremamente diffusa, prima quasi esclusivamente femminile, oggi invece anche tra gli uomini.

Attacchi di panico, esplosioni di ansiaSicuramente le condizioni di vita di una società priva di riferimenti superiori, preda di un materialismo spicciolo, generatore di malessere spirituale e mentale, assecondano l’instaurarsi di uno stile di vita ansiogeno. Ritmi disumani e aspettative abnormi fanno di questo mondo un folle circuito dove la rincorsa di una felicità basata sul possesso di oggetti in realtà inutili, provoca l’ansia di non essere all’altezza, di non farcela, di non essere competitivi.

“Ansia da prestazione”, in realtà paura del vuoto, quello interiore, della solitudine, della mancanza di motivi del vivere e del significato del morire. Attacchi di panico, esplosioni di ansia, panico, dal dio silvestre Pan, dagli zoccoli caprini, simbolo delle forze oscure e primordiali della natura, che la civiltà meccanica ed economica ha scacciato dal mondo ritorna prepotente a riscuotere la sua parte. La forza della vita imprigionata dalle sbarre dei comportamenti corretti e accettabili esplode nell’anima come eccesso pauroso.

Istinti, pulsioni, ombra ed inconscio, il lato oscuro dell’anima, inammissibili nella società del buonismo ipocrita e della morte degli dei, urlano la loro rabbia spaventando a morte chi non riesce a gestirne la forza. Un eccesso di energia vitale compressa che si fa spazio distruggendo l’equilibrio e generando terrore. Il mondo dove tutto deve essere sotto controllo sfugge ringhiando ai suoi controllori.

Gli attacchi di panico non sono pericolosi, svaniscono da soli, è vero, ma sono la spia di un malessere profondo. Picchi d’ansia incontrollabile, che possono nascondere la depressione ed il male di vivere. Sono l’altra faccia della “bassa pressione” dell’anima, l’eccesso esplosivo di pressione interiore, in realtà le due facce di uno stesso disturbo. Non trascuriamo questi segnali dirompenti, dietro il ghigno terrorifico del dio della paura, spesso si nasconde il malessere dell’anima. Chi soffre di attacchi di panico ha talvolta un basso livello di autostima, sensi di colpa, rabbia verso se stesso e riferisce di “ferite narcisistiche” durante l’infanzia. E’ il quadro della depressione e l’attacco di panico può esserne la spia.

Torniamo grazie al Training Autogeno ad immergerci nell’inconscio, nel magma delle forze oscure, nella dimensione profonda. Pan non è il diavolo, il nemico, è solo una parte di noi che vuole parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*